IT:Borgo Valsugana

Aus kommunalflaggen.eu
Wechseln zu: Navigation, Suche
Italia IT borgo-valsugana-g.jpg IT borgo-valsugana.jpg
Trentino-Alto Adige
Trento (TN)
Com. Valsugana e Tesino

Stemma

IT: Di rosso, alla croce patente d'oro.

vecchio stemma

Q:fis94: Es ist ein gleicharmiges, goldenes Kreuz in rothem Felde.

Q:stl04: Borgo führt in Rot ein goldenes, schwebendes Tatzenkreuz, ähnlich dem Dorfe Cavalese, welches dasselbe Kreuz rot im silbernen Felde als Wappen benützt.

Q:fis10: In Rot ein gleicharmiges goldenes Kreuz. Seit ca. 1653 anläßlich der Erhebung zum Markt durch Erzherzog Ferdinand Karl.

Gonfalone

IT: Drappo rettangolare del rapporto di 1/2 interzato in palo di rosso, di giallo, di rosso riccamente ornato di ricami d'argento, bordato e frangiato dello stesso, caricato dello stemma comunale munito dei suoi ornamenti, accostato ai lati della dicitura "Universita Burgi Ausugi", il tutto sovrastato dalla scritta "Comune" e sovrastante la scritta "di" "Borgo Valsugana" disposta su due righe, in filo d'argento, aperto al bilico di tre finestrelle rettangolari. Il bilico sarà unito all'asta, ricoperta di velluto rosso ornata di bullette argentate poste a spirale, mediante un cordone a nappe, pure d'argento.

Relazione storico-vessillologica sul gonfalone del Comune di Borgo Valsugana

(...)
Pur avendo il Comune innalzato in quelche periodo un drappo dai colori dello stemma - giallo e rosso - esso non è mai stato ufficialmente definito e concesso.
Esiste per contro una lettera della Consulta Araldica presso il Consiglio dei Ministri -prot.8710-, indirizzata in data 14 giugno 1929 all'allora Podestà di Borgo Valsugana, in cui viene proposta per la Borgata la concessione di un gonfalone che così si descrive: drappo diviso in tre parti verticali dai colori rosso, giallo, rosso, riccamente ornato di ricami d'argento, guarnito di analoga passamaneria (frange, bordure, ecc.), recante al centro lo stemma del Comune e la dicitura "Universitas Burgi Ausugi".
Come si vede del tutto pertinenti i colori ed il loro rapporto -2 pali rossi, 1 giallo- tolti dallo stemma ove figura in maggior superficie il rosso del campo ed in minore il giallo (oro), della croce.(...)

(Giovanni Battista a Prato, 20/01/1993; tramite e-mail dal comune, 28/03/2022)

Relazione del sindaco

Si è parlato ancora in Consiglio comunale della necessità di approvare in via definitiva il gonfalone comunale, in quanto l'attuale gonfalone non è mai stato approvato e, anzi, dello stesso non vi è alcuna traccia storica negli archivi comunali e bon. Il gonfalone in dotazione è di colore giallo e rosso con al centro lo stemma del Comune con la scritta "Universitas Burgi Ausugi". L'assenza di qualsiasi traccia e riferimento storico di questo gonfalone, a detta degli storici, è molto probabilmente motivata dal fatto che questo gonfalone sia stato realizzato, in fretta e furia, in vista di qualche importante occasione (visita del Re o altro), senza attendere la concessione ufficiale da parte del Governo che era stata avviata il 14.6.1929 ma che non è mai arrivata a conclusione. Mentre positivamente si é concluso, all'incirca nel medesimo periodo, l'iter per la concessione dello stemma. In particolare i fatti furono i seguenti:
(...)
- in data 14.6.1929 il Segretario Capo della Presidenza del Consiglio dei Ministri comunicava che il Capo del Governo avrebbe proposto a Sua Maestà il Re la concessione, in favore di questo Comune, del seguente gonfalone: "il drappo interzato in palo di rosso, giallo e rosso, riccamente ornato di ricami d'argento e caricato dello stemma del Comune, con l'iscrizione centrata in argento: VNIVERSITAS BVRGI AVSVGI", disponendo altresì che "le partidi metallo e i nastri saranno argentati. L'asta verticale sarà ricoperta di velluto rosso con bullette argentate e poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune sul gambo inciso il nome. Cravatta e nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d'argento". Nella medesima nota si comunicava che, per promuovere il reale decreto, occorreva eseguire il versamento della tassa erariale;
- nonostante il versamento della tassa erariale risulti regolarmente avvenuto (mandato n. 468 dd. 21.6.1929), non è stato possibile reperire, nell'archivio comunale e presso gli atti della Consulta Araldica, alcun atto di concessione del gonfalone, ragione per la quale il Comune di Borgo risulta attualmente sprovvisto di un gonfalone ufficiale;
(...)

(nella Deliberazione del Consiglio Comunale n° 7 del 03/02/1994)

Fotografie dal WWW (tipo 1)

Fotografie dal WWW (tipo 2)

Bandiera a tre strisce

Fotografie dal WWW

Bandiera a due strisce

Fotografie dal WWW

Comuni incorporati

Gemellaggi

Fonti